TEATRO E SALUTE MENTALE AL "BASAGLIA" DI PISA: "A PICCOLI PASSI" PER IL 2° ANNO DI ATTIVITA'
Pensieri di Bo' 27-11-19

TEATRO E SALUTE MENTALE AL "BASAGLIA" DI PISA: "A PICCOLI PASSI" PER IL 2° ANNO DI ATTIVITA'

Il Teatro di Bo` ritorna per il secondo anno consecutivo alla Residenza Psichiatrica "Franco Basaglia" di Pisa con il progetto A.P.P. (A Piccoli Passi).

Il progetto teatrale, in collaborazione con il Consorzio Zenit di Firenze, è ripartito martedì 1 ottobre 2019 - dopo l`emozionante restituzione alle famiglie e al territorio dello scorso 21 Giugno: una serata vissuta all`insegna del divertimento, del confronto che ha concluso in Bellezza il percorso iniziato nel 2018 con gli ospiti del Centro.
"Il percorso si propone di stimolare, tramite l`attività teatrale, il confronto, l`inclusione sociale ed il dialogo sia all`interno della piccola comunità della Casa Famiglia sia nei confronti del territorio - racconta il Direttore Artistico dei Pensieri e del Teatro di Bo` Franco Di Corcia jr - costruire "¦a piccoli passi" i vissuti individuali consente di instaurare un contatto diretto con gli altri senza la mediazione delle convenzioni socia-li e dei pregiudizi che talvolta caratterizzano i rapporti umani all`interno della micro/macro Comunità, ricreando "in vitro" un microcosmo che rispecchia in tutto e per tutto le dinamiche sociali attuali in una dimensione circoscritta.
E' così possibile favorire la spontaneità delle relazioni e l`autenticità dello scambio, facendo crescere un`autentica cultura dell`accoglienza"
Il Progetto Teatrale, fortemente sostenuto dalla responsabile del centro Angelita Calabrò e dai suoi collaboratori, è realizzato da Franco Di Corcia jr con l`assistenza - per la messa in scena finale - di Mattia Pagni.

"La mia esperienza di questi ultimi anni mi ha portato a concludere e a sostenere sempre con maggiore convinzione che il Teatro con i suoi molteplici linguaggi apre canali comunicativi fra psichiatria - individuo e sociale. In questo scambio, la psichiatria considera la "persona" prima ancora della sua malattia, con i suoi valori e diritto di cittadinanza e la comunità accoglie le fragilità interne ad essa, riconoscendo il disagio psichico. La consapevolezza delle fragilità delle persone porta a un`esigenza di riconoscimento sociale.
Attraverso il laboratorio teatrale si sviluppa un percorso che mette in gioco attori e autori in grado di scegliere quale ruolo recitare, in quale azione, personaggio e testo sperimentarsi. Il teatro raccontando la fragilità, la porta sulla scena in mezzo alla comunità, costringendo quest`ultima ad interrogarsi sulle parti sociali che la compongono, sulle loro identità e modalità di esistere all`interno di essa" (Franco Di Corcia jr)

Il Progetto Teatrale ha una durata annuale (da Ottobre 2019 a Giugno 2020) con incontri a cadenza settimanale (il Martedì) presso la Residenza Psichiatrica "Franco Basaglia" di Pisa.

Anche questa sarà "un`esperienza che ci cambierà la vita".


I Pensieri di Bo` - Teatro di Bo`
Ufficio di Comunicazione

CONDIVIDI: